Cos’è la Reumatologia?

La Reumatologia è quella branca della Medicina che si occupa delle malattie a carico dell’apparato locomotore e dei tessuti connettivi.

visita-dal-reumatologo-a-milano
reumatologo-a-milano

Le patologie reumatologiche

Colpiscono soprattutto le articolazioni, lo scheletro e l’apparato muscolare ma a volte possono coinvolgere anche gli organi interni. Alla base di queste malattie vi sono diverse cause, fra cui le più comuni sono: processi autoimmunitari (come nel caso di artriti, spondiloartriti, connettiviti), processi degenerativi (come nel caso dell’artrosi) o dismetabolismi (come nel caso della gotta). Molto spesso le patologie reumatologiche sono malattie infiammatorie croniche che, se non adeguatamente riconosciute e trattate, possono causare disabilità. Intervenire il prima possibile è dunque l’arma più efficace per curarle. A differenza di quanto comunemente si possa pensare, le malattie reumatologiche non colpiscono solo pazienti anziani. Numerosi casi sono, infatti, riscontrati anche tra giovani adulti, adolescenti o addirittura bambini. In Italia sono oltre 5 milioni le persone che soffrono di queste forme. Grazie alle molteplici e nuove terapie a disposizione del reumatologo, attualmente si può garantire al paziente la remissione di malattia e il ritorno a una vita normale.

Quali sono le principali patologie che cura il reumatologo?

  • artriti e spondiloartriti infiammatorie (artrite reumatoide, artrite idiopatica giovanile, artrite psoriasica, spondilite anchilosante)
  • artrosi
  • connettiviti (lupus eritematoso sistemico, sclerosi sistemica, sindrome di Sjogren, connettivite mista, connettivite indifferenziata)
  • polimialgia reumatica
  • gotta
  • vasculiti sistemiche
  • osteoporosi
  • sindrome fibromialgica
visita-reumatologo-a-milano
diamedica-visita-reumatologo-milano
Quando occorre fare una visita reumatologica?

I sintomi più comuni che possono suggerire la necessità di una visita reumatologica sono:

  • dolori articolari e muscolari persistenti
  • gonfiore delle articolazioni
  • spossatezza, stanchezza e febbricola
  • rigidità articolare al mattino della durata di almeno 30 minuti
  • secchezza oculare e orale
  • mani bianche o bluastre dopo l’esposizione al freddo