L’unità di Gastroenterologia si occupa della diagnosi e terapia delle patologie dell’apparato digerente anche se ha ambiti di competenze particolarmente vasti.

Gli organi di competenza del gastroenterologo sono: esofago, stomaco, pancreas, intestino tenue, fegato e vie biliari, retto, colon.

Le patologie trattate

Le principali patologie trattate dalla Gastroenterologia:

  • Sindrome dell’intestino irritabile: patologia molto comune ai nostri giorni, ha un andamento cronico ricorrente in assenza di evidenti alterazioni strutturali.
  • Reflusso Gastroesofageo: la risalita involontaria e frequente di piccole quantità di contenuto gastrico dallo stomaco lungo l’esofago, talvolta fino alla gola.
  • Celiachia: l’intolleranza permanente al glutine.
  • Meteorismo: condizione clinica che fa riferimento a quantità eccessive di accumulo di gas nel tratto digerente.
  • Ernia iatale: è una patologia che interessa lo stomaco ed è la migrazione di una porzione di stomaco nella cavità toracica attraverso lo iato esofageo, ovvero l’apertura sul diaframma che consente il passaggio dell’esofago.
  • Infezione da Helicobacter pylori: un germe patogeno a forma di spirale che vive annidato nella mucosa che riveste la parete dello stomaco.
  • Ed altre patologie quali stitichezza, diarrea, difficoltà nella deglutizione, emorroidi, ulcera, gastrite, etc.

La visita gastroenterologa

La visita dal gastroenterologo è la prima fase di approccio e in genere è consigliabile in presenza di sintomi quali difficoltà digestive, mal di pancia e bruciore di stomaco, nausea, dispepsia.

Nel corso della visita lo specialista gastroenterologo eseguirà una valutazione diagnostica ed andrà ad approfondire alcuni aspetti del paziente per avere un quadro della sua storia clinica.

Per effettuare una visita gastroenterologa non vi è nessuna particolare preparazione ma sarà necessario ricordarsi di portare con sé tutta l’eventuale documentazione medica precedente.

Strumenti diagnostici

Successivamente alla visita specialistica, il medico valuterà la necessità di accertamenti specialistici ed eventuali esami diagnostici o strumentali quali l’ecografia addominale, la gastroscopia, la colonscopia, rettoscopia, o RX.

visita-gastroenterologa-diamedica
apparecchiature-visita-gastroenterologa-milano