gopuntura-milano-centro-diamedica

L’Agopuntura consiste nel posizionamento di sottili aghi in sedi specifiche del corpo. Questo metodo deriva dalla medicina tradizionale cinese e vanta oltre cinquemila anni di storia ed esperienza clinica.
L’efficacia terapeutica, riconosciuta dall’Organismo Mondiale della Sanità e dal National Institute of Health ha permesso una sua sempre più ampia diffusione nel mondo occidentale.

Secondo la Medicina Occidentale la sua azione è il risultato dell’attivazione di meccanismi nervosi e bioumorali (tra cui ormoni, endorfine, serotonina) che agiscono bloccando il dolore.

curare-con-agopuntura-a-milano

Perché iniziare un trattamento?

La terapia agisce riequilibrando le funzioni fisiologiche di tutte le strutture che compongono l’organismo la cui alterazione determina lo stato di malattia ed i suoi sintomi.
La terapia con agopuntura non solo determina la riduzione o la scomparsa del sintomo, ma è anche una vera cura della patologia. L’efficacia si dimostra in particolare nelle malattie la cui origine non è ben definita e che si accompagnano ad uno stato di malessere generale.

I medici agopuntori hanno un approccio globale al paziente e sono in grado di affrontare numerose patologie acute e croniche tra cui:

  • patologie ortopediche muscolari, articolari e osteotendinee;
  • allergie con sintomi respiratori, cutanei, oculari;
  • patologie dell’apparato respiratorio;
  • malattie dermatologiche, prurito dell’anziano;
  • malattie neurologiche, cefalee, nevralgia post-erpetica;
  • malattie psicosomatiche, ansia, disturbi del sonno;
  • patologie gastroenteriche, intestino irregolare;
  • patologie ginecologiche, della gravidanza e della menopausa;
  • sindrome delle gambe inquiete.

Non sono trattabili con agopuntura le patologie infettive e quelle con indicazione chirurgica.

Come si svolge una seduta di agopuntura?

Nella prima seduta si esegue una visita accurata, completata da domande mirate alla formulazione sia di una diagnosi clinica, sia di una diagnosi energetica, procedure indispensabili per impostare la terapia appropriata.

Sarà richiesto al paziente di sottoscrivere il consenso alla terapia dopo un colloquio in cui il medico illustrerà le modalità della tecnica, descriverà i possibili effetti collaterali, e risponderà a dubbi e quesiti.

Il medico procederà poi a posizionare degli aghi sterili e monouso in diverse parti del corpo, corrispondenti a particolari punti dei meridiani energetici. I punti principali sono trecentosessanta, ma attualmente se ne conoscono più di mille.

Ogni punto ha un particolare valore energetico: può accelerare, ritardare, superficializzare, collegare, generare, contrastare e così via. Ogni agopuntore conosce esattamente le funzioni di ogni punto e come ottenere il miglior livello energetico.

L’effetto che si può ottenere varia anche a seconda della manipolazione dell’ago, dal modo in cui si infigge e dalla velocità di infissione/estrazione.

In alcune patologie si potrà utilizzare il calore emesso da specifiche lampade a raggi infrarossi emessi da cristalli, che sostituiscono la Moxa (riscaldamento dei punti con bastoncini di artemisia incandescenti).

curare-con-agopuntura
eduta-agopuntura-a-milano
agopuntuta-diamedica

Indicazioni terapeutiche

Prima dell’inizio della terapia vanno comunicate al medico eventuali terapie farmacologiche in corso. La durata di una seduta è variabile a seconda del singolo caso e dalle esigenze della terapia.

Le sedute hanno in genere una frequenza settimanale, che può variare da 3-4 settimane a 10 o più, secondo i risultati e la risposta del paziente alla terapia. In alcuni casi le sedute potranno essere bisettimanali.

La soglia del dolore è un parametro estremamente variabile e soggettivo. Il medico da parte sua metterà in atto i metodi di infissione e manipolazione dell’ago collaudati e adatti ad ogni zona del corpo con diversa sensibilità.

Il risultato terapeutico potrà essere stabilizzato con sedute a distanza o con cicli preventivi nelle patologie ricorrenti stagionali.